Rottura del legamento crociato: la riabilitazione motoria attraverso la fisioterapia

Abamed, centro di medicina estetica e bioingegneria dello sport a Bovalino, è anche un punto di riferimento nella locride e nella provincia di Reggio Calabria per la medicina sportiva e la fisioterapia, con particolare riferimento a quella di tipo riabilitativo e conseguente a traumi sportivi. I nostri fisioterapisti, infatti, collaborano con molte società sportive della zona. Tra queste l’Asd Bovalinese, l’Asd San Luca, l’Usd Africo, l’Asd Platì, l’Acd Bianco, il Bovalino Calcio a 5 e il Fantastic Five Siderno Calcio a 5. Una delle aree di nostra specializzazione riguarda la riabilitazione motoria e sportiva dopo la rottura del legamento crociato anteriore, di cui vi parleremo in questo articolo.

Cos’è il legamento crociato anteriore e a cosa serve

Il legamento crociato anteriore è uno dei quattro principali legamenti che costituiscono l’articolazione del ginocchio. Si presenta come un filamento fibroso, teso in senso obliquo, dalla parte inferiore del femore a quella superiore della tibia. Esso ha il compito di stabilizzare l’articolazione impedendo alla tibia di oltrepassare il femore in avanti.

Come e perché si può rompere il legamento crociato anteriore

La lesione o la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio è un trauma piuttosto ricorrente, in particolare negli atleti che praticano determinati sport come il calcio, la pallavolo, il basket, lo sci, eccettera. Si può generalizzare sostenendo che la pratica di attività sportive per le quali si richiedono determinati movimenti come improvvisi cambi di direzione, salti e ricadute o che comunque possono provocare una torsione innaturale o una sollecitazione estrema dell’articolazione del ginocchio, rappresentano uno dei maggiori fattori di rischio di rottura del legamento crociato.

Come si tratta dal punto di vista medico una rottura del legamento crociato anteriore

Sebbene esista in alcuni casi la possibilità di adottare una terapia conservativa, gli enormi passi avanti condotti dalla chirurgia congiuntamente agli obiettivi di ripristinare il pieno funzionamento dell’articolazione e allontanare il rischio di recidive, trovano soluzione nell’intervento chirurgico per il trapianto o la ricostruzione del legamento crociato anteriore.

Tempi di recupero dopo la ricostruzione del legamento crociato anteriore

Come è noto, la rottura del legamento crociato anteriore richiede tempi di recupero molto lunghi, che possono variare in maniera molto soggettiva in relazione a eventuali traumi subiti di riflesso all’infortunio stesso, all’età, alla condizione e alla risposta dell’atleta alla terapia riabilitativa. Salvo rarissime eccezioni, però, non è possibile tornare alla piena attività sportiva prima di sei mesi dal giorno dell’intervento.

La riabilitazione attraverso la fisioterapia

Data la lunga convalescenza, le possibili complicazioni e la necessità, soprattutto per gli atleti, di recuperare la piena funzionalità di un’articolazione fondamentale come quella del ginocchio, la fisioterapia si rende indispensabile per la riabilitazione dopo la rottura del legamento crociato anteriore. La terapia è votata a un progressivo recupero non solo delle funzionalità articolari, ma anche al rafforzamento e al recupero del tono muscolare di tutta l’area interessata. Il medico concerta con il fisioterapista il piano di recupero personalizzato per il paziente, che sarà seguito durante tutta la convalescenza per misurare la risposta alla terapia ed eventualmente modificarla in base ai progressi dell’atleta. Sono ad ogni modo individuabili alcune macrofasi di graduale ripresa dell’attività. Dalla semplice mobilizzazione passiva limitata dei primi 5-6 giorni di terapia, fino alla corsa, gli scivolamenti e i percorsi atletici degli ultimi 30-40 giorni.

Sei un atleta che ha bisogno di un piano di riabilitazione personalizzato? Oppure sei un dirigente di una società alla ricerca di uno staff fisioterapico d’eccellenza? Contatta i nostri professionisti ai numeri 0964.61143 o 329.8629868, oppure scrivi a abamed@libero.it o lascia i tuoi recapiti in questa pagina. Ti aspettiamo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.